Cosa degustare

La Cucina del Lago di Como

La cucina comasca, predomina il lago, assieme ai sapori di montagna e della tradizione contadina.

Si tramanda gelosamente da generazione in generazione: l’insieme di questa tre tradizioni permette una vasta e varia cucina che trova un totale gradimento culinario del turista che visita il Lago di Como.

La cucina comasca trova nel pesce d’acqua dolce la base principale dei suoi piatti tipici.

Questi sono il risotto con il pesce persico ; il pesce in carpione, fritto e poi marinato in aceto, cipolla, alloro.

E’ parente del pesce in salsa verde, grigliato e marinato in una salsa di prezzemolo a base di aglio, rosso d’uovo, olio d’oliva (ideali lavarelli, agoni e salmerini);

Sulle tavole del Lago di Como ha un posto d’onore il fritto misto di lago.

Ci sono alborelle in quantità e agoni, da friggere infarinati in padella di ferro.

I filetti di persico e lavarello, da cuocere impanati con l’uovo in burro e salvia con un goccio d’olio.

Il piatto più caratteristico della cucina del lago di Como sono i missoltini o missultin.

Sono gli agoni pescati a maggio che vengono privati delle parti interne del pesce, per poi essere messi all’aria aperta a essiccare al sole.

Questi poi vengono messi a uno a uno con strati divisi con foglie d’alloro, nella missolta che è un recipiente chiuso da un coperchio di legno gravato di pesi, in modo che i missoltini restino sotto pressione per alcuni mesi.

Si degustano dopo una breve cottura su griglia, irrorati d’olio e aceto, accompagnati da una fetta di polenta abbrustolita e vino rosso.

L' antipasto del Lago di Como
L’ antipasto del Ristorante La Veranda dei Pescatori di Perledo (LC)
Spaghetti di lago
Primo piatto tipico della cucina lariana spaghetti con bottarga di coregone
Gnocchi con lavarello altri pesci
Piatto della cucina lariana gnocchi al ragu di lago
Pasta con ragù di missoltino
Primo piatto della cucina lariana maltagliati con missoltino