Cosa visitare

Il Porto Antico di Genova

Il Porto antico di Genova è una parte del porto attualmente adibita a quartiere abitativo.

E’ centro turistico, culturale e di servizi divisa in due aree.

Sono date in concessione dal demanio alle società Porto antico di genova S.p.A. e Marina porto S.p.A.

E’ un’area gestita direttamente dal Comune di Genova.

Il suo riadattamento è portato a termine nei primi anni novanta.

Ciò avvenne sulla superficie di quello che un tempo era il cuore dell’attività portuale, il regno dei camalli.

Questi facevano parte della Compagnia dei Caravana – e che è rimasto da molti decenni di fatto inutilizzato.

Oggi le sue calate, che si susseguono senza soluzione di continuità, pur assumendo nomi diversi, fanno dell’ Area del Porto Antico.

E’ una vastissima area affacciata sul mare in cui hanno sede oltre all’acquario, numerosi punti di interesse artistico, museale, turistico, fieristico e di divertimento, su una superficie di oltre 230.000 metri quadrati.

L’Acquario di Genova è un museo vivente che ospita circa 6000 esemplari di 600 specie marine diverse (pesci, animali marini, crostacei, rettili, piante). Si trova sul ponte Spinola.

Ha sessantuno vasche che occupano quasi 10.000 metri quadrati di spazio. Con l’apertura della grande vasca dei delfini la struttura permette di vivere a diretto contatto con i delfini un’esperienza emozionante.

All’interno del quartiere si trovano molti edifici di interesse artistico e culturale.

Tra questi alcune palazzine del Seicento, parte delle quali abbattute negli anni sessanta per la realizzazione della strada sopra elevata che costeggia per circa sei chilometri l’area portuale, da Sampierdarena alla Foce.