Cosa visitare

La Chiesa Arcipretale di San Lorenzo a Mandello del Lario

 

La chiesa di San Lorenzo è un edificio religioso di tipo arcipretale che si trova a Mandello del Lario, in provincia di Lecco.

L’edificio è a pianta longitudinale di forma rettangolare. Presenta due entrate, quella principale sulla facciata e quella secondaria sul lato lungo rivolto verso sud.

Il campanile è posto di fronte alla facciata d’ ingresso.

Sul lato rivolto verso nord sono annessi alla chiesa altri edifici religiosi tra i quali la cappella di Santa Marta, locali un tempo di proprietà dei disciplini, un locale con l’ affresco quattrocentesco della crocifissione e la cappella commemorativa dei caduti in guerra.

L’edificio è costituito da un’ unica navata coperta da una volta a botte sulla quale si aprono sei finestre, tre da una parte e tre dall’ altra; infatti la volta è nascosta all’esterno da una struttura con tetto a spioventi.

A destra e a sinistra dell’ entrata principale sono presenti due confessionali in legno del 1745.

Sui lati lunghi si aprono in totale quattro nicchie quadrangolari coperte da volte a botte: sul alto sinistro la cappella della Decollazione del Battista e la cappella del Santo Crocifisso sul lato destro la cappella della Santa Trinità e la cappella di San Giuseppe.

Tra queste ultime due cappelle si apre un’ altra nicchia quadrangolare con l’ entrata secondaria, sopra la quale si trova un matroneo per il coro, cioè l’ orchestra e accanto vi è il pulpito seicentesco in legno intagliato e dorato.

Invece tra le due cappelle sul lato sinistro si trova un matroneo con l’organo del ‘600 dotato di una cassa in legno intagliato e dorato.

Sotto a questo matroneo si trova una stanza attraverso la quale si accede alla cappella di Santa Marta.

In fondo alla chiesa di San Lorenzo si trova una grande nicchia quadrangolare coperta da una volta a botte di altezza inferiore rispetto a quella della navata e nascosta all’esterno da un tetto a spioventi.

Quest’ area è dedicata all’altare maggiore barocco e al presbiterio, i quali sono separati dalla navata da cinque gradini e da due balaustre in marmo.

Sopra al presbiterio vi è una trave sulla quale è collocato il crocefisso di Francesco Micheli del 1676.

Al 1692 risalgono invece il coro ligneo, i lettorini e i vani per gli oli santi, opere di Andrea Redaelli.

Inoltre ci sono due finestre semicircolari una al centro del lunettone della facciata e una al centro della lunetta del presbiterio.

L’organo, inserito in una struttura lignea sormontata dallo stemma comunale di Mandello (1657), è completamente ristrutturato da Andrea Luigi Serassi (1784).

La sagrestia ospita armadi del 1737 dei medesi Cassina, oltre due custodie per paliotti e altrettanti inginocchiatoi realizzati da Bartolomeo Locatelli nella seconda metà del XVII secolo.

Al Settecento risalgono inoltre una serie di oggetti liturgici di pregio.

Chiesa Arcipretale di Mandello del Lario
La navata della chiesa
La Chiesa parrocchiale di Mandello del Lario
L’ interno della chiesa
La Chiesa parrocchiale di Mandello
L’ interno della chiesa
La chiesa parrocchiale di Mandello del Lario
Altare della chiesa