Cosa visitare

La Villa Lattuada a Casatenovo, un castello maestoso e isolato in Brianza

Villa Lattuada, con la sua affascinante architettura eclettica e romantica, appare come l’ immagine inattesa e magica di un castello, maestoso e isolato.

Una villa, un castello, quasi una visione. I marmi bianchi di Villa Lattuada riflettono, in mille sfumature, il cielo mutevole di un’ ariosa valle della Brianza.
Il parco, romantico, secolare e vastissimo, invita a passeggiate, a colazioni eleganti, a feste da organizzare en plein air o in padiglioni illuminati da candele.
Ogni ospite, varcato il cancello, avrà la percezione di un mondo diverso e unico, in cui vivere una sensazione forse dimenticata: l’ incanto del tempo.

Gli interni

Le sale della Villa parlano lo stesso linguaggio sereno e luminoso dei suoi prati, le decorazioni richiamano i fiori delle bordure e le foglie dei faggi, i colori sono tenui pastelli, la luce entra leggera da ogni lato e fa risplendere sale, preziosi parquet e scalinate.
Qui si può sognare e realizzare il matrimonio delle favole, la cena importante, la riunione d’ affari, il dejeuner sur l’ herbe, la cornice per fotografie scenografiche, lo sfondo di video emozionanti.

Il parco

NATURA E PAESAGGIO

Un parco secolare, di circa otto ettari, elegante e ricco di numerose varietà botaniche, da vivere nella sua naturalezza, ma anche con la fantasia di leggeri padiglioni festosi, preparati per accogliere gli ospiti.

L’ arioso, esteso parco secolare che circonda la Villa, abbraccia un’ ampia visuale e segue in bella disposizione la dolce morfologia collinare, tipica di questo paesaggio lombardo.

Lo sguardo si spinge nel verde degradante, su morbidi boschetti di Thuie, di Cedri cerulei, di Magnolie, di Querce e Faggi, spaziando, con veduta a cannocchiale, fino al Resegone e alle Grigne.

I viali e i percorsi interni che si snodano nella proprietà per due chilometri, perfettamente curati, permettono rigeneranti passeggiate.

Il parco offre  piacevoli, ottocenteschi spazi d’ ombra con piccole sedute e tavolini in pietra, disposti per concedere ristoro allo spirito e alla mente.